Seleziona una pagina
Aspal, la sede di Nuoro: orientamento e competenze, armi contro la crisi

Scritto da Federico Spano

25 Febbraio 2021

Luca Urgu

Il Covid ha provocato il crollo delle assunzioni, 3 mila in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La fascia più colpita è quella che va dai 35-44 annii settori più in crisi sono invece l’immobiliare, i trasporti e la ristorazionedi Luca UrguNuova sede, ma consolidata missione: erogare servizi di qualità, accessibili a tutti i cittadini e imprese, per raggiungere gli obiettivi dell’apprendimento continuo, dell’occupabilità, delle politiche attive nel mercato del lavoro, nonché dell’inclusione e dell’equità sociale. Il Centro per l’Impiego di Nuoro con coerenza con la mission nazionale dei Cpi si è dotato di un qualificato sistema di servizi riconoscibile e utile che garantisce il più possibile a tutti pari condizioni nell’accesso all’informazione e alle opportunità e per tutelare i cittadini nel loro diritto allo studio, al lavoro e alla crescita personale al fine di non far sentire sole le persone nei sempre più frequenti e difficili momenti di ricerca del lavoro, garantendo quotidianamente la funzione di orientamento al lavoro, funzione complessa e delicata che ha a che fare con il destino e con il futuro delle persone. Anche mediante il riconoscimento delle competenze maturate in contesti informali, percorso questo ancora in fase sperimentale «Il Cpi di Nuoro è una realtà importante che abbraccia 16 comuni della provincia e può contare su due sedi decentrate a Gavoi e Dorgali – spiega la coordinatrice Rosalia Brundu (nella foto) – Io e miei colleghi siamo consapevoli del posizionamento strategico che il Cpi ricopre nell’ambito del nostro territorio, rispetto al mercato (clienti/utenti e aziende) alle istituzioni e a tutti gli attori del territorio (scuole, università, enti locali, camera di commercio, associazioni di categoria, sindacati, agenzie formative, consorzi ecc), Dtl (Ispettorato del lavoro). Con tutti questi soggetti abbiamo e sviluppiamo forme di collaborazione sempre più ampie per aumentare la quantità e la qualità dell’offerta dei servizi». La qualità e il successo del Cpi non dipende solo da variabili interne ma anche esterne. «Ecco perché diverse sono le reti di collaborazioni create al fine di supportare il cittadino con associazioni, imprese ed enti», rimarca la Brundu. In un contesto già economicamente debole l’effetto Covid è stato ancora più doloroso sul fronte delle assunzioni (3 mila in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno). La fascia più colpita è quella che va dai 35-44 anni (-27%), mentre i settori più colpiti sono l’immobiliare, i trasporti, le attività artistiche, professionali e la ristorazione. Per contro si sono registrati incrementi importanti nel manifatturiero (+17%), in particolare trasformazione prodotti alimentari (sanità +5%) e servizi alle imprese (+4%). «Le misure di contrasto e contenimento alla diffusione del coronavirus hanno portato apertura contingentata al pubblico di tutte le sedi dei Cpi, ma i Centri per l’impiego sono rimasti comunque operativi garantendo a distanza tramite telefono, in piattaforma e online la continuità dei servizi essenziali grazie all’attività in smart working e attraverso il portale – dice Rosalia Brundu – Il nuovo scenario ha messo in discussione le modalità finora usate nell’offrire i nostri servizi alle persone e alle aziende. Il momento difficile che stiamo vivendo ci ha chiesto di cambiare le priorità, ma anche le prospettive e le procedure sia per i lavoratori sia per le imprese. La miriade di strumenti online che la tecnologia mette a nostra disposizione ci hanno aiutato molto».

La Nuova@Scuola? Un progetto di formazione. Un progetto di informazione. Un progetto di comunicazione.

Oltre 60 istituti superiori dell’Isola. Trenta partner (Enti, Istituzioni e aziende private leader di settore). Momenti di incontro e confronto fra mondo della scuola e mondo del lavoro fra webinar e seminari, attività redazionale e site visit, incontri in presenza e opportunità  per i ragazzi di cimentarsi con lo scrivere giornalistico in spazi immaginati ad hoc fra giornale cartaceo, canali appositamente creati e social. La collaborazione con Aspal è il valore aggiunto. Le quattro precedenti edizioni dell’iniziativa la certezza che la strada è quella giusta.

Siete un istituto superiore dell’Isola? Siete un’Ente, un’Istituzione o un’azienda operante nell’Isola (e non solo)? Volete partecipare al progetto? Contattateci all’email lanuovascuola@lanuovasardegna.it: siamo a disposizione per darvi tutte le informazioni possibili e raccontarvi la nostra fantastica esperienza.

Ultime news

Grazie Mamma, ogni giorno è la tua festa

Grazie Mamma, ogni giorno è la tua festa

Cara mamma, è difficile scriverti una lettera, perché è difficile riuscire anche solo ad immaginarti lontana da me, lontana anche solo il tanto da non potermi stringere la mano quando sono nervosa, da non riuscire a vedere il tuo sorriso quando ho bisogno di te o da...