Seleziona una pagina
Cara mamma, ti ringrazio

Scritto da Lidia Sanna

7 Maggio 2021

È difficile immaginare cosa significhi essere al tuo posto; per quanto l’amore di un figlio possa esser forte credo sia quasi impossibile equivalga o superi quello che una madre prova. L’amore che una madre ha per un figlio è qualcosa di molto più profondo e radicato, qualcosa di molto più complicato e sincero. Certo, non è sicuramente sempre questo il caso, ma ciò mi fa apprezzare ancor più averti. Non tutti infatti sono così fortunati da avere una figura presente e non tutti hanno la fortuna di avere accanto qualcuno di buono come te. Posso dire di aver sempre avuto qualcuno a cui rivolgermi per qualunque dubbio, paura, una spalla su cui piangere; ma soprattutto ti ringrazio perché in te ho trovato consiglio, sempre. A partire dalle cose più sciocche e futili fino a quelle più importanti, non c’è mai stato un momento in cui io non mi sia sentita ascoltata.
Non mi piace nasconderti niente perché non trovo ragione di farlo. Confido nel tuo carattere critico, nella tua opinione, e comprendo i limiti che mi poni perché ne comprendo i motivi e li rispetto, nonostante a volte non ne sia d’accordo. Anche se il nostro rapporto non è un rapporto perfetto, io lo preferisco così. Chi dice che per volersi bene se lo si debba sempre mostrare con le parole ? Io valuto molto più le azioni, le piccole cose quotidiane. Non ci sono mai piaciute le cose troppo sentimentali e in fondo non credo che esista un modello perfetto da seguire. Se qualcosa come le relazioni fossero tutte uguali, cosa ci sarebbe di bello o di interessante nel mondo? Io sono grata di averti come mamma in qualunque attimo: quando dimostri di esser disponibile a tutto per me, di aiutarmi in qualunque cosa tu riesca o possa, quando dici di essere orgogliosa di me, anche solo con uno sguardo.
So di poter contare sempre su di te e cerco di ricambiare quella muta fiducia che riponi in me in qualsiasi modo possibile, non perché sento ti sia dovuto come obbligo, ma semplicemente perché provo piacere nel ricambiare in una minima parte quell’affetto e tutto ciò a cui quotidianamente per me rinunci. Ammiro te ed ogni madre, ammiro egualmente chi decide di lavorare e chi rimane a casa per assicurare ai propri figli un futuro migliore, provo stima per chiunque riesca a portare avanti qualcosa di difficile come crescere un figlio da soli o con accanto qualcuno. E anche le discussioni, che non sono altro che qualcosa di comune in un rapporto fra un genitore ed una figlia, vanno affrontate e risolte per rientrare in quello che è il quadro finale della normalità famigliare. È infatti ovvio che ogni percorso sia diverso e che nella strada vi siano passi più semplici come ve ne siano di più complicati. In particolare durante l’adolescenza ci troviamo spesso in conflitto, chi più chi meno, con figure quali i genitori o la scuola, perché non ci sentiamo capiti, perché ci sembra di aver improvvisamente il mondo contro, di sentirci soli, diversi da chiunque altro. Eppure a volte quello che in un momento ci appare come qualcosa di irrisolvibile, rivalutandola ora ci sembra una sciocchezza alla quale abbiamo passato troppo tempo dietro; l’importante sta dunque nel sapere come risolvere al meglio quegli ostacoli, affrontandoli con razionalità e con la consapevolezza che saranno anche questi a plasmare ciò che diventeremo in futuro.
E io mi ritengo estremamente fortunata nel poterlo fare con qualcuno di comprensivo come te vicino. Ti ringrazio per la tua pazienza, perfino per le tue preoccupazioni, perché so che fai di tutto per il mio bene. Ma soprattutto spero, se e quando un giorno potrò essere mamma anche io, di essere brava come te. Spero che anche mia figlia provi e pensi ciò che io penso di te. Auguri mamma.

La Nuova@Scuola? Un progetto di formazione. Un progetto di informazione. Un progetto di comunicazione.

Oltre 60 istituti superiori dell’Isola. Trenta partner (Enti, Istituzioni e aziende private leader di settore). Momenti di incontro e confronto fra mondo della scuola e mondo del lavoro fra webinar e seminari, attività redazionale e site visit, incontri in presenza e opportunità  per i ragazzi di cimentarsi con lo scrivere giornalistico in spazi immaginati ad hoc fra giornale cartaceo, canali appositamente creati e social. La collaborazione con Aspal è il valore aggiunto. Le quattro precedenti edizioni dell’iniziativa la certezza che la strada è quella giusta.

Siete un istituto superiore dell’Isola? Siete un’Ente, un’Istituzione o un’azienda operante nell’Isola (e non solo)? Volete partecipare al progetto? Contattateci all’email lanuovascuola@lanuovasardegna.it: siamo a disposizione per darvi tutte le informazioni possibili e raccontarvi la nostra fantastica esperienza.

Ultime news

Grazie Mamma, ogni giorno è la tua festa

Grazie Mamma, ogni giorno è la tua festa

Cara mamma, è difficile scriverti una lettera, perché è difficile riuscire anche solo ad immaginarti lontana da me, lontana anche solo il tanto da non potermi stringere la mano quando sono nervosa, da non riuscire a vedere il tuo sorriso quando ho bisogno di te o da...