Seleziona una pagina
Smartphone e tablet, siano i genitori a occuparsi dei propri figli

Scritto da ambra daga

8 Maggio 2021

In parlamento è stata proposta una legge che riguarda la limitazione dei dispositivi elettronici, come tablet o smartphone, ai minori di 12 anni, in cui il mancato controllo penalizzerà i genitori con una multa.
Personalmente considero questa proposta un po’ eccessiva, poiché è giusto tutelare i minori soprattutto riguardo ai dispositivi elettronici che favoriscono all’accesso dei social, ma credo che non sia giusto nei confronti dei tutori. Penso infatti che, ogni genitore sia libero di educare il proprio figlio come meglio crede, anche se non è un’idea condivisa.
Penso inoltre  che i singoli genitori devono prendersi le responsabilità dei figli e cercare un modo per controllarli, non mi riferisco a vietare l’utilizzo dei dispositivi poiché essi hanno varie funzioni di cui alcune molto importanti, come mezzo di comunicazione utile per le situazioni di emergenza, mi riferisco nel controllo dell’accesso a internet e dei vari social, perché sono molto pericolosi anche per gli adulti. Esistono molte applicazioni che tutelano l’accesso ai social o l’utilizzo di essi, dove i ragazzini vengono controllati continuamente dai propri genitori. Certo il fatto di essere controllati continuamente dai genitori non è bello per i ragazzi, ma quando sono a rischio i minori, soprattutto sotto la fascia di età dei 12 anni i pericoli aumentano, perché nei social, come nella realtà, sono presenti ogni tipo di persona, di età diverse.  Quindi in sintesi, non concordo nella realizzazione di una legge che riguarda questo aspetto, bisogna solo limitarne e controllarne  l’utilizzo, ma questo spetta solo ed esclusivamente ai genitori, perché è il loro ruolo e non spetta ad a altre persone ricoprirlo.

La Nuova@Scuola? Un progetto di formazione. Un progetto di informazione. Un progetto di comunicazione.

Oltre 60 istituti superiori dell’Isola. Trenta partner (Enti, Istituzioni e aziende private leader di settore). Momenti di incontro e confronto fra mondo della scuola e mondo del lavoro fra webinar e seminari, attività redazionale e site visit, incontri in presenza e opportunità  per i ragazzi di cimentarsi con lo scrivere giornalistico in spazi immaginati ad hoc fra giornale cartaceo, canali appositamente creati e social. La collaborazione con Aspal è il valore aggiunto. Le quattro precedenti edizioni dell’iniziativa la certezza che la strada è quella giusta.

Siete un istituto superiore dell’Isola? Siete un’Ente, un’Istituzione o un’azienda operante nell’Isola (e non solo)? Volete partecipare al progetto? Contattateci all’email lanuovascuola@lanuovasardegna.it: siamo a disposizione per darvi tutte le informazioni possibili e raccontarvi la nostra fantastica esperienza.

Ultime news

Grazie Mamma, ogni giorno è la tua festa

Grazie Mamma, ogni giorno è la tua festa

Cara mamma, è difficile scriverti una lettera, perché è difficile riuscire anche solo ad immaginarti lontana da me, lontana anche solo il tanto da non potermi stringere la mano quando sono nervosa, da non riuscire a vedere il tuo sorriso quando ho bisogno di te o da...